Comitato Aziendale Europeo

I comitati Aziendali Europei (CAE) sono stati creati a seguito della Direttiva 94/45/CE del Consiglio Europeo, del 22 settembre 1994.
Il provvedimento prevede l’istituzione di un CAE per l’informazione e la consultazione dei lavoratori nelle imprese e nei gruppi di imprese di dimensioni comunitarie.
Le imprese sono considerate di dimensione comunitarie se rispondono a requisiti di struttura e dimensionali che il Gruppo BNPP supera in larghissima misura.
Oltre che nei tre principali mercati domestici, Francia Italia e Belgio, BNPP registra una forte presenza in Spagna, Portogallo, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Lussemburgo.
I CAE hanno come obbiettivo principale lo scambio delle informazioni fra i lavoratori all’interno dei gruppi multinazionali per indurre le aziende a un generale allineamento della qualità del dialogo sociale al proprio interno, ed evitare così disparità nazionali o concorrenze sleali fra gruppi di lavoratori.
A questo fine è previsto che i CAE contribuiscano a:

  • Facilitare lo scambio di informazioni i rappresentanti dei lavoratori
  • Individuare le omissioni informative della dirigenza aziendale
  • Agevolare lo scambio di idee per la soluzione dei problemi comuni
  • Consentire l’utilizzo di tutte le informazioni, ovunque reperibili (anche fuori dai confini nazionali), utili alla contrattazione
  • Impedire le discriminazioni fra i lavoratori di un paese e quelli di un altro
  • Agevolare le iniziative comuni